Condividi su:

Lo studio delle caratteristiche intrinseche all’area cantieristica va naturalmente sviluppata tenendo conto dellintero contesto ambientale e quindi delle caratteristiche geotecniche, geomorfologiche e idrogeologiche del terreno, sia in fase di progettazione dell’opera ma anche per una corretta organizzazione del cantiere e la conseguente prevenzione di infortuni in corso d’opera. Come già detto nel nostro precedente articolo sull’impatto dei cantieri con il contesto ambientale.

I fattori, che maggiormente possono influenzare la stabilità delle terre sul quale si sviluppa il cantiere, sono:

  • perdite di tubazioni oppure dispersioni acque di lavorazione;
  • scoline e drenaggi inefficaci;
  • pioggia e conseguenti rischio di allagamento;
  • manutenzione scadente dei drenaggi;
  • abbattimento della falda per il mantenimento all’asciutto degli scavi;
  • vibrazioni, per:
    • transito dei mezzi pesanti;
    • o utilizzo di macchine operatrici fisse e mobili.

LA PROGETTAZIONE DELLA SICUREZZA NEL CANTIERE

Fonte INAIL: LA PROGETTAZIONE DELLA SICUREZZA NEL CANTIERE Edizione 2015

Per le fonti di pericolo individuate nel sito dove il cantiere sorge, si dovrà quindi prevedere ad progettare ed adottare soluzioni necessarie per la difesa geologica, provvedendo per esempio:

  • al consolidamento dei terreni;
  • o armando le pareti,

per la difesa idrica, con:

  • canali di scolo delle acque di irruzione del cantiere,
  • o comunque di tutte quelle procedure idonee alla risoluzione delle problematiche.

Anche la presenza di pericolo di caduta di masse di terreno, valanghe, frane, penetrazione di masse (es. automezzi nel cantiere) e/o la caduta di materiali dall’alto deve essere presente in fase di analisi della situazione al contorno.

Anche nei casi in cui la presenza dei rischi risulti attigua alle postazioni di lavoro, è indispensabile procedere con soluzioni che riducano al minimo i rischi.

 

Per una consulenza o per maggiori informazioni per una progettazione cantieristica conforme, potete contattarci ai nostri recapiti.

 

Condividi su:

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.