Condividi su:

Nasce una piattaforma per la protezione dei dati personali. Si tratta di un progetto, denominato PoSeID, che porta la firma del ministero dell’Economia e a cui ha partecipato un consorzio di 10 partner composto da soggetti pubblici e privati provenienti da sette diversi Paesi dell’area Euro.

PoSeID-on avrà un costo totale stimato di oltre 3 milioni di euro di cui 2.541.208,75 euro saranno finanziati dalla Commissione europea tramite il programma Horizon 2020. Il progetto, si legge sul sito del Mef, è stato selezionato dalla Commissione europea tra più di 80 proposte pervenute attraverso la call “Cybersecurity PPP: Privacy, Data Protection, Digital Identities”.

La piattaforma che verrà prodotta permetterà alle organizzazioni pubbliche e private di garantire diritti come la trasportabilità dei dati, il diritto all’accesso, il diritto all’oblio e alla restrizione del trattamento dei dati personali, dando così attuazione ai principi contenuti nel nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati dell’Unione Europea (GDPR – General Data Protection Regulation). Il progetto verrà valutato tramite quattro differenti studi pilota (in Italia, Francia, Spagna e Austria) che ne sperimenteranno le funzionalità all’interno di contesti pubblici, privati e misti. In particolare nel contesto italiano la piattaforma verrà integrata all’interno del sistema NoiPA, che in quanto gestore di elevatissime quantità di dati personali potrà fornire un esempio concreto dei possibili benefici dello strumento.

PoSeID-on, come funziona?

PoSeID-on si avvarrà dell’utilizzo di smart contract e della tecnologia blockchain che garantiranno agli utenti la possibilità di prendere decisioni consapevoli su chi potrà elaborare i propri dati, abilitando o revocando le autorizzazioni e chiedendo eventualmente di rimuovere definitivamente i propri dati personali in base all’attendibilità del responsabile del trattamento. La tecnologia blockchain garantisce il principio di trasparenza in quanto i dati trattati sono visibili e pubblici ma allo stesso tempo assicurati da un complesso sistema di criptazione. Gli smart contract di pari passo, si configurano come dei tool che girando sulla blockchain definiscono gli standard di comportamento d’accesso a determinati servizi.

Sistema di criptazione per l’anonimato

Il sistema sarà costruito rispettando rigidi standard di sicurezza. La piattaforma grazie al sistema di criptazione infatti garantirà l’anonimato delle informazioni riguardanti le identità dei soggetti che accedono ai Servizi Internet e agirà in conformità al regolamento eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature) per ridurre le frodi di identità e proteggere l’accesso ai dati personali. PoSeID-on è la seconda iniziativa guidata dalla Direzione dei Sistemi Informativi e dell’Innovazione del Ministero di Economia e Finanza a ricevere finanziamenti tramite Horizon2020. Il programma europeo di finanziamento alla ricerca scientifica e all’innovazione tecnologica ha, infatti, già permesso la realizzazione del progetto internazionale Sunfish “Condivisione sicura dei dati tra cloud privati federati”, dedicato ai “Servizi ed Infrastrutture Cloud Avanzate”. Il progetto PoSeID-on sarà realizzato nei prossimi 3 anni da un consorzio composto da 10 partner europei provenienti da sette paesi diversi (Austria, Spagna, Francia, Belgio, Portogallo, Olanda e Italia).

Condividi su:

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.