Condividi su:

Microclima: Temperatura e umidita’ nei luoghi di lavoro

1) Temperatura in ambiente di lavoro e 2) Umidità in ambiente di lavoro

All’interno di un ambiente di lavoro, non solo ambienti estremi dove il caldo e il freddo possono provocare delle sintomatologie importanti ma anche in ambienti “moderati” come “gli uffici”, è importante che il Datore di lavoro regolamenti il microclima soprattutto per quel che riguarda la valutazione della temperatura e dell’umidità nell’ambiente di lavoro.

Infatti in base all’attività e allo sforzo richiesto al lavoratore per svolgere la sua mansione bisognerà poi valutare la modalità di regolazione della temperatura nell’ambiente di lavoro che può avvenire sia naturalmente, attraverso finestre e/o lucernari presenti nel locale, sia artificiale con la ventilazione forzata  o cappe che convogliano l’umidità.

microclima_temperatura_luoghi_di_lavoro

Lo scopo principale della regolazione di temperatura e umidità in un ambiente di lavoro

Lo scopo principale della regolazione di temperatura e umidità in un ambiente di lavoro è quella di creare le giuste condizioni termo-igrometriche per l’uomo in modo che il corpo possa gestire correttamente la termoregolazione e non percepire nè troppo freddo nè troppo caldo.

La regolazione della temperatura in ambiente di lavoro tiene conto anche della stagione presa in considerazione e infatti la temperatura ideale (in ambienti di lavoro come gli uffici) si attesta in un intervallo compreso tra 21 e 23 °C , mentre per una attività di media intensità si attesta tra i 18 e i 21°C.

Nella stagione estiva ad esempio l’ambiente di lavoro non deve superare i 26-28°C per evitare i colpi di calore (questa è la temperatura massima negli ambienti di lavoro d’estate). Per quanto riguarda l’umidità negli ambienti di lavoro invece, questa deve essere compresa tra il 40 e il 60% e deve essere anche tenuta di conto l’areazione; il livello di umidità nei luoghi di lavoro è importante perché sopra un certo livello (che corrisponde ad una percezione di caldo da parte dell’uomo) non si è più in grado di garantire la performance lavorativa. Nel caso in cui non si riesce a garantire una giusta percentuale di umidità, il datore di lavoro deve attuare delle misure tecniche localizzate per garantire la giusta temperatura e umidità nei locali lavorativi.

Inoltre il datore di lavoro può anche attuare delle misure organizzative al fine di salvaguardare la salute del lavoro dal punto di vista microclimatico di temperatura e umidità:

  • Pause di acclimatamento;
  • Orari diversi in base alle condizioni climatiche;
  • Vestiario da utilizzare
Microclima - Temperatura e umidita’ nei luoghi di lavoro 

Microclima: Temperatura e umidita’ nei luoghi di lavoro 
1) Temperatura in ambiente di lavoro
2) Umidità in ambiente di lavoro 
Logica Servizi Informa 

Condividi su: