Condividi su:

Piano Operativo sicurezza – POS

 Cosa si intende per Piano Operativo di Sicurezza?

Il Piano Operativo di Sicurezza (abbr. POS) è un documento obbligatorio che deve essere redatto e firmato dal Datore di Lavoro (abbr. DDL) secondo il DPR 222/03 poi confluito nel D.Lgs 81/08  allegato XV con l’obiettivo di descrivere le misure

Quando è obbligatorio il Piano Operativo per la Sicurezza?

È obbligatorio per tutte le imprese che lavorano, anche in subappalto, nei cantieri anche nel caso di cantieri temporanei o mobili; a differenza del DVR va effettuato per ogni tipologia di cantiere.

Piano Operativo sicurezza – POS 1

Come redigere il POS.

La redazione del POS si compone essenzialmente da 3 fasi che coinvolgono “attori” diversi:

  • Fase I – Prima dell’inizio del lavoro deve essere trasmesso alle imprese esecutrici e ai lavoratori autonomi, il Piano Operativo di Sicurezza e di Coordinamento (PSC) – a cura del Committente;
  • Fase II – Almeno 15 giorni prima dell’inizio dei lavori , deve essere consegnato il Piano Operativo della sicurezza (POS) all’impresa affidataria e al Coordinatore per l’esecuzione dei lavori (CSE) che ne verifica l’idoneità e se accetta si impegna a rispettarne il contenuto – a cura del Datore di Lavoro;
  • Fase III – Almeno 30 giorni prima dell’ingresso in cantiere deve essere consegnato il POS al titolare dell’impresa che subappalta che poi si deve rivolgere al Coordinatore per l’esecuzione dei lavori – a cura del Datore di Lavoro dell’impresa affidataria.

 

Piano Operativo sicurezza (POS): requisiti e contenuti minimi. Piano Operativo sicurezza – POS

I Contenuti minimi sono descritti nel dettaglio nell’allegato XV del Testo Unico della Sicurezza (D.Lgs 81/08) di cui di seguito ne viene riportato un elenco esemplificativo:

  • Dati Identificativi dell’azienda (sede, recapiti, nominativi figure sicurezza, tipo di attività lavorativa, numero e qualifica dei lavoratori);
  • Mansione specifiche, inerenti alla sicurezza, svolte in cantiere;
  • Descrizione dell’attività di cantiere, delle modalità organizzative e dei turni di lavoro;
  • Elenco dei ponteggi, dei ponti su ruote a torre e di altre opere previsionali di notevole importanza, delle macchine e degli impianti utilizzati;
  • Elenco delle sostanze e preparati pericolosi utilizzati con relative schede di sicurezza;
  • Valutazione del rumore;
  • Individuazione delle misure di prevenzione e protezione integrative al PSC (Piano di Sicurezza e Coordinamento);
  • Procedure complementari e di dettaglio, richieste dal PSC quando previsto;
  • Elenco dei DPI forniti ai lavoratori;
  • Documentazione relativa a informazione e formazione dei lavoratori;

Sede Operativa – Servizi Tecnici – Via Vizzini 65, 00132 Roma
Tel: 06 45431710

Indirizzo email per assistenza informazioniinfo@logicaservizi.eu

Piano Operativo sicurezza – POS
Logica Servizi Informa 

Condividi su: