E’ oramai ampiamente riconosciuto che la gestione della salute e della sicurezza sul lavoro sia parte integrante della corretta gestione aziendale, come specificato dal D. Lgs. n. 81 /2008 e successivamente dall’Accordo Stato-Regioni. LS Formazione con la sua esperienza trentennale ha da sempre portato avanti questi principi e mette a disposizione il suo bagaglio di conoscenze organizzando corsi di Formazione Generale per tutte le tipologie di lavoratori e Specifica in base ai ruoli aziendali e le classi di rischio.

MEDICINA DEL LAVORO -medicina e sicurezza sul lavoro

Primo Soccorso (Gruppo A)

      1. Posizionamento dell’infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree;
      2. Respirazione artificiale;
        • Sostenimento delle funzioni vitali:Massaggio cardiaco esterno;Riconoscimento e limiti d’intervento di primo soccorso:

          Prima parte – 8 0RE

          Allertare il sistema di soccorso:

          1. Cause e circostanze dell’infortunio (luogo dell’infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati).
          2. Comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza.

          Riconoscere un’emergenza sanitaria:

          • Scena dell’infortunio:
          1. raccolta delle informazioni;
          2. previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili.
          • Accertamento delle condizioni psicoficsiche del lavoratore infortunato:
          1. Funzioni vitali /polso, pressione, respiro);
          2. Stato di coscienza;
          3. Ipotermia e ipertermia;
          • Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio.
          • Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso.

          Attuare gli interventi di primo soccorso:

          1. Lipotimia, sincope, shock;
          2. Edema polmonare acuto;
          3. Crisi asmatica;
          4. Dolore acuto stenocardico;
          5. Reazioni allergiche;
          6. Crisi convulsive;
          7. Emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico.
        • Conoscere i rischi specifici dell’attività svolta.

          Seconda parte – 8 0RE

          Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro:

          • Cenni di anatomia
          • Lussazioni, fratture e complicanze
          • Traumi e lesioni cranico-encefalici e della colonna vertebrale
          • Traumi e lesioni toraco-addominali

          Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro:

          • Lesioni da freddo e da calore
          • Lesioni da corrente elettrica
          • Lesioni da agenti chimici
          • Intossicazioni
          • Ferite lacero contuse
          • Emorragie esterne

          Acquisire capacità di intervento pratico:

          • Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del SSN
          • Tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute
          • Tecniche di primo soccorso nella sindrome di insufficienza respiratoria acuta
          • Tecniche di rianimazione cardiopolmonare
          • Tecniche di tamponamento emorragico
          • Tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato
          • Tecniche di primo soccorso in casi di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologic
          • Test di valutazione finale
  • 16 ore

3 anni

Primo Soccorso (Gruppo B-C)

 

Prima parte – 4 0RE

 

Allertare il sistema di soccorso:

 

  1. Cause e circostanze dell’infortunio (luogo dell’infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc ….);
  2. Comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza.

Riconoscere un’emergenza sanitaria:

 

  • Scena dell’infortunio:

 

  1. raccolta delle informazioni;
  2. previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili.

 

  • Accertamento delle condizioni psicoficsiche del lavoratore infortunato:

 

  1. Funzioni vitali /polso, pressione, respiro);
  2. Stato di coscienza;
  3. Ipotermia e ipertermia;

 

  • Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio.
  • Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso.

 

Attuare gli interventi di primo soccorso:

 

  • Sostenimento delle funzioni vitali:

 

  1. Posizionamento dell’infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree;
  2. Respirazione artificiale;
  3. Massaggio cardiaco esterno;

 

 

  • Riconoscimento e limiti d’intervento di primo soccorso:

 

  1. Lipotimia, sincope, shock;
  2. Edema polmonare acuto;
  3. Crisi asmatica;
  4. Dolore acuto stenocardico;
  5. Reazioni allergiche;
  6. Crisi convulsive;
  7. Emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico.

 

Conoscere i rischi specifici dell’attività svolta.

 

 

Seconda parte – 8 0RE

 

 

Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro:

 

  • Cenni di anatomia
  • Lussazioni, fratture e complicanze
  • Traumi e lesioni cranico-encefalici e della colonna vertebrale
  • Traumi e lesioni toraco-addominali

 

Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro:

 

  • Lesioni da freddo e da calore
  • Lesioni da corrente elettrica
  • Lesioni da agenti chimici
  • Intossicazioni
  • Ferite lacero contuse
  • Emorragie esterne

 

Acquisire capacità di intervento pratico:

 

  • Principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del SSN
  • Principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute
  • Principali tecniche di primo soccorso nella sindrome di insufficienza respiratoria acuta
  • Principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare
  • Principali tecniche di tamponamento emorragico
  • Principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato
  • Principali tecniche di primo soccorso in casi di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici

 

Test di valutazione finale

 

 

  • 12 ore

3 anni